sabato 24 marzo 2012

TORTA GELATO AL PISTACCHIO CON COLOMBA FLAMIGNI























BUONASERA A TUTTI,
PASQUA STA ARRIVANDO.... E NELLE NOSTRE CASE C'E' SEMPRE UNA COLOMBA PER FARE COLAZIONE, PER UN LANGUORINO NEL POMERIGGIO CON IL THE O DA REGALARE A QUALCHE AMICO O CONOSCENTE. INSOMMA LE COLOMBE SONO DELLE SPECIALITA' PASQUALI VERAMENTE DELIZIOSE, SOPRATUTTO MANGIARE QUELLE SFORNATE DA CHI LE PRODUCE DA MOLTISSIMI ANNI ED E' SPECIALIZZATO NEL SETTORE COME QUELLE DELLA DITTA FLAMIGNI.
IO OGGI VI PROPONGO UNA TORTA GELATO AL PISTACCHIO CON BASE DI COLOMBA CON CANDITI ALL'ARANCIA E CIOCCOLATO.


INGREDIENTI PER IL GELATO AL PISTACCHIO (bimby + gelataio simac)
100 gr di pistacchio tritato finemente
3 misurini di latte
1 misurino di zucchero
4 tuorli
2 misurini di panna
1 bustina di vanillina 
1 pizzico di sale


PREPARAZIONE
Inserite tutto nel Bimby escluso la vanillina e cucinate 5 minuti a 80° velocità 1. Appena pronto versate in una ciotola e lasciate raffreddare. Appena si sarà intiepidito mescolate la vanillina e versate nel gelataio o, per chi non lo avesse, versato il contenuto in una teglia di alluminio foderata di pellicola trasparente e fate congelare per almeno 3 ore. Appena si sarà congelato spezzettatelo e inserite nel bimby 10 sec vel massima e 30 sec vel 4 spatolando.




PREPARAZIONE TORTA.
Foderate una piccola teglia con della pellicola trasparente e mettete uno strato di colomba Flamigni con canditi all'arancia e cioccolato (io ho preparato una mini tortina con il coppapasta),  di gelato al pistacchio, un altro strato di colomba e un altro strato di gelato, coprite il tutto con della carta stagnola e ponete in freezer per circa 1 ora. Sformatela e decoratela con dei ciuffetti di panna (che io però non ho messo perché avevo finito la panna).
VI ASSICURO CHE E' VENUTA VERAMENTE ECCEZIONALE!!!




Con questa ricetta partecipo al contest:

e questa e la mia fiaba
TUTTO PUO' ACCADERE...


In un tempo lontano, quando ancora tutto profumava di fiori e di aria pulita, in una tribù di indiani Sioux viveva Occhi Dolci, una bambina molto sensibile che credeva nella bontà delle persone e che tutti possono dare senza ricevere nulla in cambio.

Questa bambina aveva un problema che la turbava molto: "Non riusciva a chiudere occhio", questo perché il sole era sempre alto nel cielo, non sorgeva e non tramontava mai; I suoi raggi penetravano sempre attraverso la tenda della povera bambina irradiando tutto ciò che le circondava. 
Il sole non si andava a riposare mai e questo perché una maga cattiva teneva in un'anfora la notte con tutte le sue stelline.La signora, ormai anziana ,era gelosa e possessiva, credeva che la notte era di sua proprietà e non aveva nessuna intenzione di cederla a nessuno.
In tanti anni di luce tante erano state le geste eroiche per sottrarle l'anfora magica, o semplicemente barattarla con qualsiasi cosa che di prezioso potesse esistesse sulla faccia della terra.
Ma niente e nessuno poteva farle cambiare idea.
Un giorno Occhi Dolci, decise di provare a convincere la Signora tanto caparbia a ridare un po' di serenità a tutta la tribù.
La bambina si incamminò verso la casa dell'anziana signora, il percorso era pieno di rocce, senza nemmeno una fiore e nemmeno una pianta che potesse consolarla durante il tragitto. Arrivata a destinazione  chiese gentilmente alla Maga di lasciare alta nel cielo la luna con le sue amiche stelle, ma come previsto non cedette nulla, anzi cominciò ad urlarle contro con parole offensive e così facendo fece scappare via la giovane bambina.
In preda alla paura la piccola corse via, e con gli occhi pieni di lacrime non si accorse che davanti a lei c'era un dirupo.... La bimba urlò e rotolò lungo questo, ma fortunatamente riuscì ad aggrapparsi ad un albero che sporgeva lungo il costone roccioso.
La vecchietta udì l'urlo di disperazione e le corse incontro.
L'anziana signora non aveva nessuna intenzione di salvarla, anche perchè facendolo avrebbe dovuto ammettere che in fondo aveva un briciolo di bontà nel suo cuore. La bambina la guardò negli occhi e non le chiese aiuto, le disse solo:"Cara vecchietta, io sono venuta da te solo per dare speranza alla mia tribù, per riuscire finalmente a dormire e a sognare nuovamente. In fondo un uomo non è felice se non ha almeno un sogno in cui credere. Cara Signora se in questo lungo periodo non hai voluto cedere la luna vuol dire che hai avuto un buon motivo. Addio!"
La maga con le lacrime agli occhi prese la mano della piccola e la fece risalire salvandola da una morte certa e le disse:" Piccola, tu mi hai fatto capire che bisogna dare anche senza ricevere nulla in cambio, bisogna rendere felici le persone che ne hanno di bisogno e che non deve essere possessivi e caparbi, ed io per ringraziarti ti dò la possibilità di sognare nuovamente. Ecco....". La vecchia signora aprì l'anfora e la luna con le sue stelle salì alta nel cielo. Da quel giorno il giorno si susseguì alla notte e finalmente nella piccola tribù Sioux regnò pace e serenità e...... la piccola Occhi Dolci potè sognare nuovamente.

8 commenti:

  1. davvero buona questa torta gelato!bella ricetta....ciao:)

    RispondiElimina
  2. uhh ce n'è ancora una fettina per me?? mhhh

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi dispiace, mio marito l'ha mangiata tutta!!! :)

      Elimina
  3. che golosità, dev'essere....
    io adoro i pistacchi, non amo granchè la colomba ma così siiiiiiiii!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provala se puoi perché é davvero buona!!!

      Elimina
  4. ciao, grazie per la tua ricetta!! :)

    RispondiElimina